So-ridere di me : corso teorico-pratico sull’autoironia alla luce dell’analisi esistenziale di Viktor E. Frankl

Ultime News

So-ridere di me

Corso teorico- pratico sull’autoironia

alla luce dell’analisi esistenziale di Viktor E. Frankl

Università Pontificia Salesiana, Piazza dell’Ateneo Salesiano 1 – Roma

Direzione scientifica
Prof. Daniele Bruzzone, Università Cattolica del S. Cuore, Presidente ALAEF.

Coordinamento didattico
Dott.ssa Paola Versari, Direttivo ALAEF e Coordinatrice degli “IGLU”, psicoterapeuta
Dott.ssa Antonella Arioli, Direttivo ALAEF e membro degli “ IGLU”, pedagogista

Obiettivi del corso
L’umorismo e l’autoironia costituiscono un’importante quanto inesplorata risorsa per promuovere il benessere emotivo e relazionale, oltre che un significativo potenziale per affrontare le situazioni critiche dell’esistenza. Nell’ottica dell’analisi esistenziale frankliana l’autoironia, quale forma principale di autodistanziamento, facilita quel processo di autotrascendenza che consente alla persona di realizzarsi in pienezza, dedicandosi a un compito.
In questa prospettiva, la finalità del corso è quella di approfondire e sperimentare l’atteggiamento autoironico sia come competenza personale che come valido strumento di lavoro da impiegare in molteplici ambiti professionali.
Il corso, organizzato e condotto dal Gruppo LogoUmoristi ALAEF, prevede una parte teorica – di introduzione al significato dell’umorismo alla luce dell’analisi esistenziale frankliana – e una parte esperienziale. Con l’ausilio di alcuni artisti verranno proposti, ad ogni incontro, esercizi e giochi di gruppo per imparare a sviluppare e praticare l’autoironia.

Destinatari:
psicologi, psicoterapeuti, counselor, pedagogisti, formatori, insegnanti, educatori, assistenti sociali, operatori sanitari e pastorali, volontari, studenti di scienze della formazione, di scienze dell’educazione, di psicologia e specializzandi.

Organizzazione didattica
Il corso è strutturato in 7 incontri, che si svolgeranno il sabato mattina – da novembre 2013 ad aprile 2014- dalle 9.00 alle 13.00, secondo il calendario previsto.
Al termine del corso è prevista la consegna di un Attestato di Frequenza a coloro che abbiano frequentato almeno 5 incontri.

Contributo spese:
– 250 euro + IVA
– Studenti e specializzandi: 70 euro + IVA
– Soci ALAEF: 150 euro + IVA

Info e iscrizioni
Il numero minimo di iscritti previsto per l’attivazione del corso è fissato in 25 partecipanti.
Per iscriversi è necessario compilare l’apposita scheda scaricabile dal sito www.logoterapiaonline.it ed inviarla all’indirizzo: info@logoterapiaonline.it entro e non oltre giovedì 31 ottobre 2013.
La quota, da versarsi in un’unica soluzione contestualmente all’invio della scheda di iscrizione, dovrà essere effettuata tramite bonifico bancario alle coordinate segnalate sulla medesima.

Docenti:
Daniele Bruzzone (presidente ALAEF, docente Università Cattolica); Paola Versari (Coordinatrice degli “IGLU”, psicoterapeuta, formatrice), Alfredo Altomonte (psicoterapeuta, membro degli “IGLU”, Università Pontificia Salesiana), Antonella Arioli (pedagogista, membro degli “IGLU”, Università Cattolica), Domenico Bellantoni (psicoterapeuta, membro degli “IGLU”,Università Pontificia Salesiana), Maria Luisa De Luca (psicoterapeuta, membro degli “IGLU”, Università Pontificia Salesiana), Valentina Gagliardi (psicoterapeuta, membro degli “IGLU”, formatrice).
Alcune docenze prevedono la partecipazione degli artisti Harold Ayala e Giuseppe Zampetti.

Programma

Sabato 16 novembre 2013 (ore 9.00-13.00)
“Ma ti sei visto?”. La caricatura come strumento di autoironia.
Relatore: Paola VERSARI
Ridere di sé significa imparare a fare la caricatura di tutti i propri limiti. L’acquisizione di questa competenza inibisce una intrinseca tendenza di avviluppamento narcisistico, facilitando, in tal modo, un sano orientamento verso la realizzazione di compiti. Apprendere a caricaturare il proprio corpo è il primo passo per acquisire la competenza di saper ridere anche degli altri limiti.

Sabato 14 dicembre 2013 (ore 9.00-13.00)
“Nella tana del lupo ”. Strategie paradossali per affrontare le proprie paure.
Relatore: Domenico BELLANTONI
Fin da bambini, impariamo che il modo più semplice per evitare ciò che ci spaventa è semplicemente scappare… E il risultato è che siamo ancora in fuga! Forse sarebbe opportuno fermarci e chiederci se non si possa ricorrere a qualcosa di più adeguato alle nostre risorse attuali.

Sabato 11 gennaio 2014 (ore 9.00-13.00)
“Scusate… Disturbo?”. I tratti di personalità nel continuum normalità-patologia.
Relatori: Maria Luisa DE LUCA, Alfredo ALTOMONTE
Nelle situazioni del quotidiano è importante saper riconoscere le “normali” capacità adattive a fronte di atteggiamenti disfunzionali che, se sottovalutati, potrebbero evolvere in forme patologiche. L’autoironia può essere un valido antidoto per scoraggiare, dunque, lo slittamento dalla normalità alla patologia.

Sabato 1 febbraio 2014 (ore 9.00-13.00)
“Non ci resta che ridere”. Il difficile equilibrio tra sofferenza e autoironia.
Relatore: Alfredo ALTOMONTE
La sofferenza è inevitabile ed è parte integrante dell’esistenza. Tuttavia, la sua presenza non inficia la realizzazione della persona. L’autoironia, infatti, può aiutare a sdrammatizzare, a rendere più lievi anche le situazioni più difficili, facendo sorgere un sorriso persino laddove non vi siano molti motivi per sorridere.

Sabato 22 febbraio 2014 (ore 9.00-13.00)
“Stappa un sorriso!”. Come l’autoironia può sbloccare le situazioni difficili.
Relatore: Antonella ARIOLI
Spesso le situazioni più insidiose sono quelle attraversate da incomprensioni e fraintendimenti che, se trascurati, rischiano di calcificarsi. L’assunzione di un atteggiamento ironico può costituire un valido strumento per sciogliere le tensioni e ridimensionare gli accadimenti, contagiando positivamente il clima relazionale.

Sabato 15 marzo 2014 (ore 9.00-13.00)
“ Una risata al giorno…”. Coltivare l’autoironia nelle relazioni familiari
Relatore: Valentina GAGLIARDI
Leggere gli eventi personali e familiari con la lente dell’autoironia, usare regolarmente l’auto-distanziamento, allenarsi a vedere altre facce della stessa medaglia grazie ad un approccio umoristico, sono competenze che è possibile apprendere, in modo speciale in famiglia.

Sabato 5 aprile 2014 (ore 9.00-13.00)
“Riso quotidiano”. Riscoprire il lato comico della vita attraverso la narrazione autobiografica
Relatore: Daniele BRUZZONE
Le tonalità emotive in cui siamo immersi quando viviamo una situazione condizionano il “racconto” che ne facciamo. Più dei fatti, allora, sono i significati a determinare la rappresentazione di ciò che ci accade. Le metodiche narrative, ristrutturando il nostro modo di raccontarci, ci aiutano a sdrammatizzare e a coltivare uno sguardo umoristico e positivo sulla vita.